Scuola civica di musica e teatro De Sica: le scelte sbagliate dell’amministrazione

Il Partito democratico di Peschiera Borromeo non condivide le scelte dell'amministrazione Molinari che in questi giorni interessano la Scuola civica di Musica e la gestione del Teatro De Sica.

Nel primo caso, alla luce dei risultato del bando di gara, si evidenzia come non è più garantita la continuità didattica sviluppatasi negli anni.

Una problema sollevato anche dai genitori peschieresi che nella scuola di musica hanno trovato per i loro figli capacità e competenze tali che hanno reso l'istituto il fiore all'occhiello della nostra città.

Rileviamo, come evidente anche dalle lettere aperte di alcuni cittadini, che la giunta si sia arroccata solo a difesa delle proprie decisioni senza curarsi delle esigenze dei cittadini che chiedevano un confronto più incisivo su un tema per loro molto sentito.

Per il teatro siamo convinti che l'indirizzo politico per la giunta Molinari non fosse chiaro. E infatti non si è minimamente tenuto conto della partecipazione della nostra città agli spettacoli teatrali che in questi anni hanno portato il De Sica ad essere uno dei teatri più frequentati e vivi della provincia di Milano.

Il Pd dunque critica le scelte dell'amministrazione e invita la giunta ad essere vicina ai cittadini non solo con promesse ma anche nei fatti. Come, evidentemente, non ha fatto in queste due vicende.

Il Partito democratico di Peschiera ringrazia per il lavoro proficuo e brillante i maestri Rocco Carbonara e Antonio Ricchiuti. A loro il nostro augurio di proseguire nelle proprie attività artistiche con successo.

Auguriamo anche un buon lavoro ai nuovi responsabili e insegnanti della Scuola civica di Musica e alla compagnia che gestirà il Teatro De Sica.